Aglio Rosa

Aglio Rosa

Aglio Rosa

Le caratteristiche

Anche se non sempre viene apprezzato a causa del gusto piccantino e la difficoltà di digestione, l'aglio è senza dubbio uno degli ingredienti che non può mancare in cucina perchè, se giustamente dosato, dona ai piatti sentori e sapori unici.

L’aglio (Allium sativum) è una preziosa pianta erbacea perenne, originaria dell’ Asia centrale, che conferisce ai cibi un aroma caldo, pungente, leggermente piccante, ma soprattutto stimolante.

Da usarsi con parsimonia, è comunque un alimento ricco di vitamine del gruppo B, C ed E e di sali minerali in quantità elevatissime.

Quando lo scegliete, guardate il colore della “tunica” che ricopre lo spicchio -detto bulbillo- per avere tutte le informazioni riguardo il grado di piccantezza e aromaticità.

L'aglio rosa

È una varietà d'aglio delicata, molto aromatica e scarsamente conservabile, per questo motivo Agnesi consiglia di consumarlo prevalentemente nella sua stagione, cioè maggio e giugno.

Leggero, facilmente digeribile e dal gusto estremamente tenue può essere usato anche in quantità generose soprattutto a crudo, sia con i pomodori in insalata che grattugiato sul pane per la bruschetta.

Trucchi, consigli e curiositÀ

I consigli di Braccioforte

Per la salute

Se è vero che cotto è difficile da digerire, da crudo l’aglio svolge un’azione antisettica, balsamica, vaso dilatatoria ed espettorante a livello dell’apparato respiratorio, con il quale interagisce calmando, ma anche prevenendo, problematiche quali la bronchite.

Come il pompelmo, l'aglio è un naturale antibiotico che combatte le infezioni grazie alla presenza dell’allicina, e facilita la digestione in persone con acidità anomala o gastrite.

In generale, è utile per quelle persone che hanno problemi di ipertensione e ai fumatori cronici perché fluidifica il sangue, abbassa la pressione sanguigna e stimola la diuresi.

La ricetta Agnesi

Trofie Agnesi al pesto

Perfetto con...
DIFFICOLTA'
TEMPO

Trofie Liguri Agnesi al pesto alla Genovese


Ingredienti

Trofie Liguri Agnesi 320 g
PER IL PESTO:
Basilico genovese 100 g
Pinoli 40 g
Aglio 1 spicchio
Parmigiano grattugiato 20 g
Pecorino grattugiato 20 g
Olio evo D.O.P. qb
Sale qb

Cottura 10 minuti

Procedimento

Scegliere dal mazzetto o dalla piantina le foglioline di basilico genovese. Il basilico genovese si riconosce per la caratteristica forma delle foglie: piccole foglie dal colore verde tenue e dal profumo particolarmente delicato. Battere al mortaio il basilico genovese con mezzo spicchio d’aglio scamiciato, i pinoli, l’olio evo D.O.P. e un pizzico di sale.
Scolare le trofie, condirle con il pesto ammorbidito con l’aggiunta di qualche cucchiaio di acqua di cottura. Infine aggiungere a piacere parmigiano e poco pecorino grattugiato.



Le ricette della rete

Spaghetti aglio olio e peperoncino

Gli spaghetti aglio, olio e peperoncino è sicuramente la ricetta più semplice della cucina italiana ma allo stesso tempo, per risultare davvero buona ...

Vai al blog

Bucatini con fave, bottarga e...

Ché, si vede che sono di umore pastaiola di questi tempi? :-) Intanto ve lo devo dire: questo primo qua da grandi soddisfazioni ...

Vai al blog

Minestra patate e piselli

Sgranare i piselli, lavare le patate, sbucciarle e tagliarle a cubetti. Pulire lo scalogno e tritarlo finemente. ..

Vai al blog

Usi alternativi

Antiforfora

Antiforfora

Per avere capelli più splendidi e lucenti basta far macerare una manciata di spicchi (serve aglio fresco per questo utilizzo) tagliuzzati, in 60 grammi di alcool puro a 95°. Occorre poi lasciar riposare il composto per tre o quattro giorni e filtrarlo. Aggiungere infine dell'acqua distillata assieme ad un estratto profumato che toglierà l'odore dell'aglio e donerà al composto il profumo che si preferisce. Il liquido va applicato sui capelli puliti, si massaggia un po' e si risciacqua.

Calli

Calli

L’aglio diventa un prezioso alleato per la bellezza dei piedi, quando soffrono per via di calli che compaiono nel momento meno opportuno. In un pentolino bisogna pestare e ridurre in poltiglia due spicchi d'aglio per poi amalgamare il tutto con un cucchiaio d'olio d'oliva caldo (non bollente ma nemmeno freddo). Si ottiene, in questo modo, una specie di pomata untuosa che va applicata sulla parte dolorante per poi fasciare con un fazzoletto pulito. Si crea così un impacco benefico che porta sollievo ai piedi doloranti

Parassiti delle piante

Parassiti delle piante

Se le piante sono infestate dai parassiti si può interrare attorno alla pianta malata qualche spicchio d'aglio (anche una decina) facendo attenzione a scegliere spicchi germogliati. Vanno posizionati a una quarantina di centimentri di distanza dal tronco della pianta malata. Le radici assorbiranno con il tempo l'aglio che si trova lì accanto e si avvantaggerà degli effetti disinfettanti che vanta. I parassiti verranno allontanati in modo naturale senza usare prodotti chimici: ci vuole un po' più di pazienza (l'uso di prodotto chimici offre un risultato più immediato) ma è senza dubbio una tecnica più naturale e dagli effetti duraturi.

Punture di insetti

Punture di insetti

Quando si viene punti da zanzare o simili, l'aglio è un toccasana veloce e facile da recuperare. Strofinandone uno spicchio sulla puntura si avverte un senso di sollievo, grazie alle sue proprietà antisettiche.

Confronta l'affinità

Quali sono gli ingredienti che si sposano con Aglio?

Aglio Rosa


Asparago

Asparago 90%


Melanzana

Melanzana 99%


Zucchine

Zucchine 80%